Passato e pensieri

L'autobiografia di sapore tolstoiano di un grande intellettuale che sogna di riformare il suo paese attraverso una catena di comunità agricole e poi, passato in Occidente, partecipa ai moti del 1848, e diventa amico di Mazzini, Garibaldi, Bakunin.
Racconto di una vita consumata in una inesausta passione intellettuale, quadro vivacissimo della Russia e dell'Europa delle rivoluzioni borghesi. "Il passato e i pensieri" si apre con l'assedio di Napoleone a Mosca. Giovane cospiratore condannato al confino, Herzen (1812-1870) si batte per l'abolizione della servitù della gleba. Nel 1847 lascia per sempre la Russia con la famiglia, è a Parigi, a Roma, a Napoli, Londra. All'inizio degli anni '50 comincia a lavorare alla monumentale autobiografia, che è insieme epopea e confessione, riflessione filosofica e romanzo di vita quotidiana.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Passato e pensieri ESAURITO”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *