In offerta!

Che cosa strana è il mondo

Jean d’Ormesson

5,00

1 disponibili

Che cosa strana è il mondo

Ripercorrendo le tappe delle conquiste umane, d’Ormesson dimostra come ogni nuova scoperta metta in crisi il sistema costruito precedente. C’è una conoscenza che aumenta, paradossalmente, tanto più ci si allontana cronologicamente da un evento. Ma la comprensione non va di pari passo con la conoscenza: la realtà è solo parzialmente conoscibile, c’è sempre qualcosa che va ben oltre la nostra portata e questo è Dio, che acquista tanta più forza quanto più si dubita nella sua esistenza. Dio, che è il tutto e il niente. Tra l’uomo e Dio – il vecchio – si instaura un dialogo quasi socratico, avente per oggetto una realtà che agli occhi dell’uomo continua a modificarsi, mentre a mutare è solo il grado di approssimazione di un’idea. È tutto presentato con una semplicità disarmante, con quella leggerezza che Italo Calvino definiva come il controllo del peso, che invece è già presente nei temi trattati. Con un periodare semplice e vivace, d’Ormesson tocca ogni tema della conoscenza umana, senza mai risultare banale né pretenzioso, ma trasmettendo un senso di ottimismo e speranza. Impossibile credere che dietro queste pagine così vive ci sia un ottantaseienne, affascinato dalla vita come se l’avesse appena conosciuta. La meraviglia e l’ammirazione sono sentimenti ricorrenti in questo non-romanzo; e sono proprio questi a costituire il motore della conoscenza del mondo e dell’uomo stesso.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Che cosa strana è il mondo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.