In offerta!

Progresso, coesistenza e libertà intellettuale.

Andrej Dmitrievic Zacharov (Sacharov) premio Nobel per la pace per il 1975

5,00

1 disponibili

.

L’idea corrente che si possiede della dissidenza sovietica è che essa sia composta prevalentemente da intellettuali illuminati e anticonformisti, da moralisti, utopisti o ribelli. Questa concezione è senza dubbio stata rafforzata nell’opinione pubblica dal comportamento tenuto da Solgenitsin, uno degli uomini più in vista della dissidenza sovietica, dopo la sua espulsione dall’URSS; nessuno può certamente dubitare del sincero impegno morale del grande scrittore russo, ma le iniziative e le prese di posizione che egli ha assunto hanno fatto sorgere serie perplessità sulla sua statura come uomo politico.

Questo breve saggio di Sacharov, premio Nobel per la pace per il 1975, mostra un volto meno conosciuto e importante della dissidenza sovietica; l’interesse dell’opera di Sacharov deriva dal fatto che essa esprime una linea politica coerente.

Sacharov, con questo scritto, si pone all’interno del regime vigente, sostenendo un’alternativa «di governo» alle forze di maggioranza.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Progresso, coesistenza e libertà intellettuale.”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.