In offerta!

Nuvolosità variabile

Carmen Martín Gaite

(Salamanca 1925 – Madrid 2000) narratrice e saggista spagnola. Vicina al gruppo di intellettuali e scrittori della «generazione del ’50», dopo i racconti d’esordio Alle terme (El balneario, 1954, nt) e il romanzo Tra le tendine (Entre visillos, 1957, nt), si è dedicata per circa un ventennio prevalentemente alla saggistica come storica del costume (Usanze amorose del sec. XVII in Spagna, Usos amorosos del siglo XVII in España, 1973, nt). Alla narrativa è tornata negli anni Settanta con racconti e romanzi di vena intimista, in cui protagonista è l’universo femminile evocato tra atmosfere sognanti e fiabesche: Tutta la notte svegli (Retahilas, 1974), La stanza dei giochi (El cuarto de atrás, 1978), Nuvolosità variabile (Nubosidad variable, 1992), La regina delle nevi (La reina de las nieves, 1994), Lo strano è vivere (Lo raro es vivir, 1996), Via da casa (Irse de casa, 1998). È autrice anche di libri per l’infanzia (Cappuccetto rosso a Manhattan, Caperucita en Manhattan, 1991).

5,00

1 disponibili

Nuvolosità variabile

Un'amicizia profonda, nata sui banchi di scuola e alimentata dalle comuni passioni dell'adolescenza, ha legato Mariana e Sofia. La vita adulta le ha poi separate per trent'anni, tracciando per la prima una brillante carriera di psicanalista e per la seconda un destino domestico. Quando all'improvviso le due amiche si ritrovano, l'emozione è fortissima e l'aspettativa reciproca è altrettanto intensa: entrambe attraversano un periodo critico. Come a suggellare il rinnovarsi della loro intesa, Mariana e Sofia decidono di scriversi, per riaprire gradualmente il dialogo e insieme riflettere. Il romanzo nasce così dall'alternarsi delle due scritture e delle due storie, in una forma mobile e vivace che cattura efficacemente la ''nuvolosità variabile'' dell'animo di Sofia e Mariana e la precarietà del mondo odierno.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Nuvolosità variabile”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.