Il ribelle

Massimo Fini dà forma al suo sistema di pensiero, elaborato, fra saggi e scritti d'occasione, in trent'anni di lavoro, e ordina la sua "Weltanschauung", sottolineandone l'intrinseca coerenza ideale. Costruito per voci, come un'enciclopedia o un dizionario, questo libro è quindi la summa del pensiero di Fini, testimonianza della sua insofferenza verso i miti, gli stereotipi, le drammatiche mistificazioni della Modernità, e della sua vocazione di antagonista. Il risultato è un ritratto del "Ribelle", che tanto più combatte come un Don Chisciotte contemporaneo, tanto più incanta e seduce chi lo incontra.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il ribelle”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.