Il cantico dei quanti

Fisica o metafisica? Benché in generale se ne schermiscano come dal diavolo, i fisici di oggi elaborano teorie e realizzano persino esperimenti che, affondando nel piu profondo dell'essere, rimettono in discussione l'esistenza stessa della materia (quale almeno la si immagina correntemente). L'esperimento effettuato dal fisico francese Alain Aspect presso l'Istituto di ottica dell'Università di Orsay dal 1979 al 1982, ci insegna ad esempio che i costituenti ultimi dell'universo possono in un certo senso comunicare fra loro ignorando le distanze che li separano ai nostri occhi. Per riprendere la formula di un altro fisico francese, Bernard d'Espagnat, lo spazio non sarebbe insomma altro che un modo della nostra sensibilità. Il determinismo stesso viene messo profondamente in questione. Alcuni scienziati (fra i quali dei premi Nobel per la fisica) giungono persino a considerare l'universo una fantasmagoria essenzialmente spirituale. Anche se la maggior parte dei fisici respinge un'ipotesi tanto estrema, la breccia è comunque aperta e le convinzioni piu folli (o reputate tali) tentano di inserirvisi, suscitando la collera dei I2 INTRODUZIONE
difensori delle tradizioni intellettuali ereditate dalla scienza del XIX secolo.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il cantico dei quanti”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.