In offerta!

I mistici dell’occidente – 2 vol.

Elemire Zolla

Nato nel 1926 a Torino da padre pittore e madre musicista, Elémire Zolla, fin dalla giovinezza decisamente ostile alla retorica fascista, si iscrive alla facoltà di Legge con il proposito di seguire tutti i corsi di suo gradimento nell’Ateneo. Lo studio della filosofia con L. Pareyson e il tirocinio insieme agli studenti di psichiatria gli aprono nuovi campi di interesse. Se infatti fin da piccolo si era immerso nella letteratura e nella storia, la particolare congiunzione di studi giuridici, filosofici e psichiatrici offre un orizzonte concettuale entro cui inquadrare un’intuizione risalente all’infanzia e destinata a segnare l’intero arco del suo pensiero: l’insussistenza dell’io-persona, artificio sociale più che realtà ontologica. Chiamato nel 1959 a insegnare Lingua e Letteratura angloamericana a “La Sapienza” di Roma per tramite di M. Praz, nel 1966 vince il concorso a cattedra ed insegna prima a Catania, poi a Genova, infine, dal 1974, nuovamente a Roma. Dal 1966 al 1968, in veste di segretario dell’Istituto Accademico di Roma, promuove l’allestimento di un Dizionario dei simboli, che tuttavia non avrà seguito. Dal 1969 al 1983 fonda e dirige presso La Nuova Italia (Firenze) la rivista trimestrale Conoscenza religiosa, in cui si affrontano l’esperienza religiosa e i suoi simboli da un punto di vista sì aconfessionale, ma nondimeno aperto all’individuazione nelle più diverse tradizioni mondiali dei valori permanenti nel divenire storico. Tra il 1970 e il 1973, già direttore dell’Istituto di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Genova, dirige anche l’Istituto Ticinese di Alti Studi, con sede a Lugano.

28,00

1 disponibili

I mistici dell'occidente - 2 vol.

All’inizio degli anni Sessanta Elémire Zolla pubblicò quest’opera grandiosa, che è rimasta unica per la sua concezione e la sua vastità. Insieme raccolta di testi mirabili e spesso ignoti e interpretazione di tutta l’esperienza mistica dell’Occidente, essa ci appare come una summa di quel pensiero che ebbe nel Logos o nel Cristo il suo asse. Ed è un percorso dalle sterminate ramificazioni, che va dalle dottrine misteriche pagane sino a quelle dei Padri della Chiesa, dal rigore dei primi ordini monastici fino alla passione francescana e alle folgorazioni dei grandi mistici dell’età moderna, da Juan de la Cruz a Jean-Pierre de Caussade. Sono figure e pagine che non si possono attraversare senza mutare prospettiva sul passato della nostra civiltà.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “I mistici dell’occidente – 2 vol.”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.