In offerta!

Gesù. L’uomo, la fede

Andrew Norman Wilson

Nato nello Staffordshire in Inghilterra, Andrew Norman Wilson è un illustre romanziere e premiato biografo che si è fatto un nome nel mondo della letteratura e del giornalismo. Wilson ha al suo nome numerosi romanzi di narrativa e non. Un collega della Royal Society, Wilson che era destinato a diventare un ordinatore, rinunciò allo stesso che credeva nell’ateismo. Wilson, nella sua vita, ha scritto numerose opere, ma la più famosa tra queste è la fiction, “Winnie and Wolf”, che ha scritto nel 2007. Il libro trasmette una storia della straordinaria amicizia tra Winifred Wagner e Adolf Hitler negli anni tra la prima e la seconda guerra mondiale ed è stata a lungo elencata per il Man Booker Prize 2007. Con questa biografia, controlla le informazioni sulla vita e la carriera di A. N. Wilson.

8,00

1 disponibili

Gesù. L'uomo, la fede

Come quasi tutti i cristiani, ho oscillato a lungo fra il Gesù della Storia e il Cristo della Fede, finché mi sono accorto della fondamentale disonestà di entrambi. Il mio libro non è un'autobiografia spirituale, vorrebbe essere un'indagine oggettiva su Gesù. Sarà comunque opportuno scoprire le mie carte prima di avventurarmi in un'impresa tanto temeraria. Per molti anni sono stato un cristiano praticante, attento a eludere le contraddizioni di quanto avevo studiato alla Facoltà di Teologia. Con il passare del tempo però, più riflettevo sull'argomento, più mi sentivo a disagio. A un certo punto dovetti ammettere che mai e poi mai un sant'uomo galileo del I secolo avrebbe potuto credere d'incarnare la Seconda Persona della Trinità: qualcosa d'inconcepibile per un ebreo monoteista dell'epoca.
Nel mio caso il rifiuto del cristianesimo è stato l'esito di un'evoluzione lenta e penosa; una volta compiutolo, non mi parve giusto continuare a professarmi cristiano, a frequentare chiese che si rivolgevano a Gesù come se fosse vivo e presente, a recitare un credo che riconosceva in Gesù il Signore e Giudice del mondo. Viceversa non riuscivo neppure ad arrendermi allo scetticismo di chi ritiene chiaramente l'appartenenza di Gesù alla grande tradizione profetica d'Israele.
Tanto vale confessare subito che questo è il Gesù in cui credo ora: credo che Gesù sia stato un 'chassid', ovvero un santo, della Galilea. Nessun autore ce ne ha mai lasciato una descrizione fisica, né sul suo conto possediamo le informazioni biografiche che normalmente comparirebbero in una "vita" moderna. Eppure i Vangeli ci offrono numerose immmagini straordinariamente vivaci di Gesù e una quantità di aneddoti e citazioni che con ogni probabilità, non sono stati inventati. E' appunto inseguendo la sua "umanità" che ho avuto l'impressione di arrivare a sfiorarlo con una immediatezza prima negatami dagli occhi della Fede.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Gesù. L’uomo, la fede”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.