In offerta!

Gallipoli 1915 : la campagna dei Dardanelli

Alberto Caminiti

8,00

1 disponibili

Gallipoli 1915 : la campagna dei Dardanelli

Lanciata nella primavera del 1915, la campagna di Gallipoli resta uno dei disastri militari più eclatanti degli eserciti alleati durante la Prima Guerra Mondiale. L'operazione di Gallipoli, destinata a conseguire il controllo dello stretto dei Dardanelli e la capitolazione dell'Impero ottomano, alleato della Germania, si conclude con delle perdite militari pesanti ed una ritirata decisamente poco gloriosa. Se il ruolo di Churchill nella concezione dell'attacco a Gallipoli è ben definito, la sua responsabilità nella organizzazione e nella condotta delle operazioni rimane molto più controversa. In ogni caso la sconfitta di Gallipoli ha intaccato sensibilmente e durevolmente la reputazione del suo ideatore.
Winston Churchill, quarantenne nel 1915, occupa dal 1911 la carica di primo Lord dell'Ammiragliato, l'equivalente di un ministro della Marina, nel governo del liberale Asquith. Egli propugna senza sosta la necessità di dare alla flotta britannica un ruolo importante nella condotta delle ostilità. La Gran Bretagna, a quel tempo, è ancora la dominatrice dei mari. Occorre che la Nazione si serva della sua marina da guerra, non solo per trasportare le truppe sul continente, ma per distruggere la flotta nemica ed affrettare la fine della guerra.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Gallipoli 1915 : la campagna dei Dardanelli”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.