In offerta!

Un dramma davvero parigino e altri racconti (1 ed. 1999)

Un dramma davvero parigino e altri racconti (1 ed. 1999)

A proposito di Allais ha detto Umberto Eco: “Un dramma parigino appartiene a un club raffinato di testi, presieduto, crediamo, da Tristram Shandy: il club dei testi che raccontano storie intorno al modo in cui le storie si fanno”. Autore di opere di grande arguzia, spesso segnate dal gusto dell’assurdo e dell’artificio, Alphonse Allais (Honfleur 1854 – Parigi 1905) è attivo in uno dei periodi d’oro delle arti francesi, il ventennio 1880-1900, e rimane il maestro del racconto breve umoristico.

Il prezzo originale era: €18,00.Il prezzo attuale è: €12,00.

1 disponibili

Un dramma davvero parigino e altri racconti (1 ed. 1999)

Alphonse Allais (Honfleur20 ottobre 1854 – Parigi28 ottobre 1905) è stato uno scrittore e umorista francese.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 18 × 2,5 × 20,8 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Un dramma davvero parigino e altri racconti (1 ed. 1999)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alcuni personaggi ritornano in maniera ricorrente nel mondo di Alphonse Allais:

  • Captain Cap (vero nome: Albert Capeyron), personaggio dal parlar schietto («La burocrazia è come i microbi: non si discute con i microbi. Li si uccide!»), la cui apparizione è il pretesto per fornire ricette di cocktail.
  • Francisque Sarcey, critico letterario della famiglia dell’autore, spesso citato nei contesti più strambi (la «vittima» non se ne offendeva, anzi era lusingato di essere citato da uno scrittore così spiritoso. Giacché un altro autore gli copiò questo procedimento, egli ci tenne a precisare: Due persone soltanto hanno il diritto, a Parigi, di firmare Francisque Sarcey: prima di tutto io, e poi Francisque Sarcey).
  • L’economista Paul Leroy-Baulieu, adepto del protezionismo, del quale Alphonse Allais ridicolizzò le tesi in varie novelle dando l’impressione di lodarle.
  • Non si privò neanche di mettere in scena François Coppée, Loïe Fuller, Liane de Pougy, Cléo de Mérode, Paul Déroulède e altre glorie della Belle époque.