In offerta!

Controfuochi (1999)

Controfuochi

Pierre Bourdieu

Pierre Bourdieu (1930-2002), filosofo, sociologo, dal 1981 ha ricoperto la cattedra di Sociologia al Collège de France. Fra le sue opere pubblicate in Italia, Meditazioni pascaliane (Milano, 1998), La distinzione: critica sociale del gusto (Bologna, 1983), Sulla televisione (Milano, 1997), Campo del potere e campo intellettuale (Roma, 2002), Il mestiere di scienziato: Corso al Collège de France 2000-2001 (Milano, 2003).

Bourdieu è considerato come uno dei sociologi più importanti della seconda metà del XX secolo. Per il suo impegno nel dibattito pubblico, negli ultimi anni della sua vita è stata una delle figure più importanti della vita intellettuale francese. Il suo pensiero ha esercitato un’influenza considerevole all’interno delle scienze umane e sociali[2], in particolare sulla sociologia francese del dopoguerra. Il suo quadro teorico ha avvicinato il suo pensiero ad una visione deterministica del sociale che ha sempre difeso. La sua opera sociologica è dominata da un’analisi dei meccanismi di riproduzione delle gerarchie sociali. Bourdieu insiste sull’importanza dei fattori culturali e simbolici all’interno di questa riproduzione, criticando al contempo il primato attribuito dall’analisi marxista ai fattori economici. Bourdieu sostiene che la capacità degli agenti sociali in posizione dominante ad imporre le loro “produzioni” culturali e simboliche giocano un ruolo determinante nei rapporti sociali di dominazione. È quella che Pierre Bourdieu chiama violenza simbolica, concetto fondamentale della sua analisi sociologica, che definisce come la capacità di nascondere l’arbitrarietà di queste produzioni simboliche, e quindi di farle ammettere come legittime agli attori sociali dominati.

 

 

 

12,00

1 disponibili

Controfuochi

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Controfuochi (1999)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pierre Bourdieu (Denguin1º agosto 1930 – Parigi23 gennaio 2002) è stato un sociologo e antropologo francese.